TRONCHETTO DI NATALE ALLE MANDORLE

Dedicato agli intolleranti golosi ecco un favoloso tronchetto di Natale fatto senza glutine e senza lattosio perchè ad un pranzo così importante non si può rinunciare al dolce.

Ingredienti per la pasta biscotto senza glutine:
4 uova
100 gr di zucchero
10 gr di miele
un pizzico di sale
60 gr di farina di riso
60 gr di fecola di patate
aroma alla vaniglia

Accendete il forno a 190°. Setacciate la farina di riso con la fecola.
Rompete le uova e raccogliete i tuorli e gli albumi in ciotole diverse. Aggiungete agli albumi un pizzico di sale poi montateli a neve ben ferma. Mettete nella ciotola dei tuorli lo zucchero, il miele e l’aroma che preferite quindi sbattete il composto con le fruste fino a quando avrete ottenuto una massa gonfia e soffice.
A questo punto aggiungete il misto di farina e fecola e poi, molto delicatamente unite gli albumi montati.
Preparate una teglia da forno con l’apposita carta e distribuite il composto appena preparato, livellatelo nel miglior modo possibile. Infornate per circa 12/14′ e sfornatelo dopo aver testato la cottura con uno spiedino. Lasciatelo intiepidire.

Ingredienti per la crema:
2 uova
100 gr di zucchero
50 gr di maizena
600 gr di latte di mandorle
40 gr di pasta di mandorle

Sbattete leggermente le uova con lo zucchero poi aggiungete la maizena e mescolate bene finchè non ci saranno più grumi. Unite il latte di mandorle freddo ed amalgamatelo al battuto di uova.
Versate il composto in un pentolino e scaldatelo sul fuoco fino a quando si addenserà.
Allontanatelo dal fuoco, aggiungete la pasta di mandorle e amalgamatela bene.
Lasciate raffreddare la crema.

Composizione e decoro:
granella di mandorle o di nocciole per decorare

Preparate prima la crema perche è preferibile usarla fredda mentre la pasta biscotto io la preferisco ancora un po’ calda. Distribuire, una parte di crema sulla pasta biscotto ed arrotolarla per dare la forma del tronchetto. Pareggiate i lati corti. Tagliate un pezzo di tronco ad un’estremità e posizionarlo su un lato lungo poi ricoprire tutto il tronco con la crema rimasta ed infine decorate con la granella.
NB – quando si arrotola la pasta appena sfornata prende la forma arrotolata ma mi è successo diverse volte che in questo modo quando si apre per spalmare la crema, la pasta si rompe nelle pieghe ed è poi difficile ricomporla correttamente. Dopo vari tentativi ho imparato a farcirla quando è ancora un po’ calda o tiepida. In questo modo la pasta biscotto è ancora maleabile e si arrotola facilmente.

Versione Stampabile Versione Stampabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *